CONOSCERE GLI INSETTI

Scopriamo gli insetti nocivi e le loro abitudini.

Pillola per i viaggiatori settembre 2020

Primo focolaio italiano del virus dengue

Si è verificato a fine agosto il primo caso di trasmissione locale del virus dengue nel vicentino, a Montecchio Maggiore. Il focolaio è stato subito circoscritto e sono scattate le misure di disinfestazione volte a ridurre al minimo il rischio di diffusione della malattia, trasmessa da Aedes albopictus (zanzara tigre). A segnalare il primo caso è stato il Laboratorio di Microbiologia di Padova dopo aver accertato che l’uomo non ha effettuato viaggi all’estero. Dalle indagini è emerso che l’innesco è collegabile a un famigliare rientrato a fine Luglio dall’Indonesia, oggi confermato come ”caso indice”. Gli operatori del Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss 8 Berica, hanno accertato che al momento ci sono una decina di nuovi casi di persone infette dal virus dengue, tutti residenti nella zona limitrofa al primo focolaio. Nell’area è stato attivato il Piano Arbovirosi che prevede azioni mirate capaci di ridurre il numero di zanzare in circolazione e di conseguenza il rischio di ulteriori casi. È comunque molto importante che tutti i cittadini si attivino per contrastare la presenza delle zanzare adottando corrette misure di prevenzione e di lotta. Un altro piccolo focolaio si era sviluppato anche a Nizza nella splendida Cosata Azzurra dove nell’arco di pochi giorni sono stati rilevati due casi di dengue su persone che non avevano viaggiato. La febbre dengue è una malattia virale tropicale e sub-tropicale trasmessa dalle zanzare; i segnali sulla diffusione molto elevata della malattia, era già stata rilevata a inizio anno principalmente nel sud-est asiatico e delle isole occidentali del Pacifico, in Africa e nell’America del Sud. Si tratta di una malattia virale che si può manifestare in due forme diverse. La Dengue (o meglio, il dengue) si presenta in una forma più lieve con febbre alta, eruzioni cutanee e dolori alle articolazioni, mal di testa, mentre quando viene contratta la forma emorragica si hanno gravi sanguinamenti che possono causare shock anche mortali.
GUABER SRL
Sede legale: VIA AMORETTI 78, 20157 MILANO
C.F. / P.IVA 02670511209 - R.E.A. di Bologna n. 457927
Iscr. Reg. Imprese di Bo. n. 02670511209 - Cap. Soc. EUR 33.534.941,00 i.v.
Società a socio Unico HENKEL AG & CO. KGaA
amministrazione@pec.guaber.com

© Spotless Group 2019